fbpx

LE 5 SPIAGGE PIU BELLE DI ALENTEJO E ALGARVE

2 Luglio 2019

Sono stata in Portogallo più di un anno fa e finalmente mi sono decisa a scrivere delle sue spiagge. Non sono stata lì principalmente per quello. Io sono una che al mare dopo un’ora si annoia, ma davvero il mare dell’Algarve, mi ha affascinato.

Spiagge immense e libere. Contornate solo da natura e flora mediterranea. Il mare davanti e le scogliere dietro. Qualcosa che sà assolutamente di selvaggio ma nello stesso tempo è accompagnato dalla malinconia che caratterizza tutto questo paese. Luoghi dove il tempo scorre lento ed il clima sempre mite e ventilato.

Allora venite con me?

PRAIA DA SAMOQUEIRA

In quasi tutte le spiagge qui si arriva dall’alto. In modo che sai già cosa ti aspetta e gradino dopo gradino puoi pregustarti quello che sarà.

Venendo da Lisbona, poco prima di arrivare a Porto Covo, in Alentejo, la strada costeggia l’oceano e tra le tante e bellissime spiagge che vedrete vi consiglio di fermarvi in questa.

Quando vedete il recinto di uno struzzo sulla sinistra, vuol dire che siete arrivati. A destra trovate il parcheggio.

Queste roccie che affiorano dall’acqua sono un incanto e con la bassa marea si formano tanti piccoli laghetti di acqua tiepida. Per chi non ama l’acqua fredda o le onde dell’oceano, tipo me, sono l’ideale.

PRAIA DA BORDEIRA

Come descrivere Praia da Bordeira? Una delle più grandi che io abbia mai visto. Meta di surfisti da tutto il mondo che vengono qui in attesa dell’onda perfetta. Si siedono e aspettano. Senza nessuna fretta.

Si arriva dall’alto delle scogliere o attraversando un laghetto e poi le dune di sabbia bianca. Se ti giri con le spalle all’oceano sembra davvero di essere in mezzo ad un deserto.

Comunque c’è talmente tanto spazio qui che sembra sempre che ci sia poca gente.

È il posto delle infinite corse a pelo d’acqua o del mettersi semplicemente seduti ad annusare l’odore del mare contando i granelli di sabbia che ti si sono appiccicati ai piedi. Io ricordo di aver fatto lunghe passeggiate senza pensare a niente.

PRAIA DO CAMILO

Praia do Camilo è una delle spiagge che circondano Lagos. Se alloggiate in città ci si arriva in pochi minuti ma, scese le lunghissime scale di legno che sembrano essere sempre state qui, si arriva in un luogo fuori dal tempo.

Le roccie stratificate hanno il caratteristico color ocra che caratterizza tutta la parte Sud dell’Algarve e anche la sabbia è color oro. Tra l’altro ci si può divertire a scovare le conchiglie fossili che sono incastonate ovunque.

Noi siamo arrivati che era giugno e brutto tempo quindi non abbiamo trovato quasi nessuno, ma immagino che in estate, queste spiagge, essendo molto vicine a Lagos, siano più affollate.

PRAIA DA MARINHA

Anche Praia da Marinha è un tripudio di faraglioni color ocra lambiti da quest’oceano color smeraldo. Il contrasto che si crea è unico nel suo genere.

Una cosa da non perdere è il Sentiero delle 7 Valli Sospese che parte alla destra del parcheggio e per 11 km, passando sulla sommità delle scogliere, costeggia il mare tra archi naturali di roccia e canyon. Arriva fino alla Praia do Benagil famosa per la sua spiaggia all’interno di una grotta da cui entra la luce attraverso un buco rotondo sul soffitto.

Purtroppo anche quando siamo arrivati qui pioveva a dirotto e quindi non siamo riusciti a percorrere tutto il sentiero. Direi che abbiamo la nostra buona scusa per tornare.

PRAIA DO BELICHE

Ho tenuto per ultima la spiaggia che più ho amato, quella che più ci ha rilassato (forse anche perché c’era bel tempo) e che durante la giornata si è fatta scoprire pian piano, con delicatezza.

È una spiaggia per chi sa aspettare, per chi non ha fretta di scattare una foto e ripartire subito.

Praia do Beliche è vicino a Sagres, quasi sulla punta Sud del Portogallo, selvaggia al punto giusto, sferzata dal vento e da una marea che abbiamo visto qui come da nessun altra parte in Portogallo.

Siamo arrivati qui una mattina presto. Un’insenatura tra le rocce, piccola rispetto alle altre che avevamo visto durante la vacanza, però tranquilla e quindi abbiamo deciso di fermarci.

La sorpresa è stata capire che eravamo arrivati nel momento massimo di alta marea. Col passare delle ore il mare si è ritirato, di decine di metri, scoprendo una spiaggia che andava oltre il promontorio, con grotte che venivano lasciate libere dall’acqua e pronte per essere esplorate. Una meraviglia di luci ed ombre, di muschi e pietra. Io ero incredula rispetto a quella magia che si stava svolgendo sotto i nostri occhi.

La natura riesce sempre a sorprendermi. Ci ha regalato una delle giornate più belle e serene della nostra vacanza e ci ha lasciato il dovere di tornare qui il più presto possibile.

Spero di avervi fatto venire un pochino voglia di visitare questa regione del Portogallo anche se non amate troppo il mare. Sarebbe bello tornarci in camper e parcheggiare liberi nei punti sosta davanti a questo mare, come abbiamo visto fare da tanti. L’ideale è poi sempre andarci in Maggio o in Settembre quando ormai l’aria diventa frizzantina e il vento cambia.

Se volete vi lascio qui una mappa per sapere dove si trovano queste spiaggie così non dovete nemmeno andarvele a cercare.

USO SEMPRE:

Macchina fotografica mirrorless Fujifilm XT3

Obiettivo Fujinon 35mm F1.4

No Comments

Leave a Reply

×