CREA LA PALETTE COLORI PERFETTA PER IL TUO BRAND

Ogni volta che inizio a lavorare a un logo, all’immagine di un brand o anche a un servizio fotografico di prodotti o di personal branding, parto sempre dalla ricerca della palette colori che più si adatta a rappresentare i valori e le caratteristiche di quella attività.

La palette colori aiuta a definire la tua personalità e la tua identità e una volta che hai trovato quella giusta per te, puoi usarla per dare coerenza a tutto quello che riguarda il tuo brand. Individuare i tuoi colori può servirti anche per il tuo personal brand e per rendere più ordinato e coerente il tuo profilo Instagram.

Sembra facile a dirsi, ma spesso non è così semplice. Dietro c’è ricerca, esperienza, competenza e abitudine al bello. Tutti elementi che servono a creare una palette colori perfetta e utile.

Anche io, che del colore marrone ho fatto la mia bandiera e un punto fermo del mio personal brand, ho impiegato un sacco di tempo per capire quale fosse veramente la palette che mi rappresentasse. E quali fossero le tonalità che volevo affiancare al marrone. Quindi penso sia più facile se nella costruzione della nostra identità e del nostro brand ci concentriamo da subito sul colore, prima ancora di ideare il logo e pensare alle fotografie.

Voglio aiutarti spiegandoti qual è stato il mio processo creativo e qual è il modo per creare una tavolozza di colori che rappresenti davvero il tuo brand.


Come prima cosa puoi iniziare a farti un elenco di parole che descrivono la personalità, l’estetica e i valori del tuo brand.

Pensa a parole e sensazioni che corrispondano a quello che vuoi rappresentare con il tuo lavoro, che siano l’essenza di quello che fai, ma anche l’immaginario della direzione che vuoi prendere in futuro. Per me è stata la fase più dura di tutto il processo, perché mi sono dovuta prendere del tempo, fermarmi a pensare, e soprattutto a ragionare e scrivere. Non è semplice se sei abituato come me a lavorare per associazioni visive più che descrittive. Scrivere tutto su carta, però, aiuta ad avere più chiara e definita la visione del lavoro che si sta facendo.

Nel mio caso, ho pensato ai materiali grezzi, al vintage, al legno, alla natura da cui sono circondata e che fa parte di me, agli spazi aperti e alla pelle abbronzata dal sole. Alla delicatezza e gentilezza che mi contraddistinguono.

Avere in mano questo elenco di parole è fondamentale per procedere con i successivi passaggi.

Usa Pinterest come ispirazione

Ed ecco che arriviamo alla mia parte preferita.

Una volta che hai sul foglio tutte le parole che ti sono venute in mente, vai su Pinterest e associa a ogni parola una o più immagini. Io amo Pinterest come motore di ricerca e come ispirazione. Lo uso moltissimo anche nel mio lavoro, perché dà molta soddisfazione a livello visivo e raccoglie immagini davvero rappresentative per ogni tipo di concetto. Crea un bacheca dedicata (che puoi tenere segreta se vuoi) e inserisci tutte le immagini che trovi riguardanti le tue parole chiave.

Puoi fare la ricerca digitando le parole in italiano, anche se i risultati migliori appaiono usando l’inglese.

Ad esempio, quando ho digitato Raw materials è uscita un’ampia gamma di colori da abbinare al marrone. Su Pinterest ogni immagine è collegata ad altre simili e puoi iniziare a viaggiare, attraverso l’esplorazione di questi collegamenti, salvando quelle che ti smuovono qualcosa dentro mentre le guardi. Qualsiasi cosa va bene. Divertiti e lasciati andare al flusso ispirazionale finché non hai nella tua Bacheca almeno 35-40 pin.

Apri la tua Bacheca e guarda tutte insieme le immagini che hai salvato.

Fatti pat! pat! sulla spalla per l’ottimo lavoro, e poi tra tutte queste foto o grafiche seleziona e scegli l’immagine che pensi racchiuda meglio l’essenza del tuo brand.

Quella sarà l’immagine da cui estrarre i colori della tua palette.

Questa foto di Anna Malmberg (che è una delle mie muse ispiratrici per quanto riguarda la fotografia) è stata quella che nel mio caso ho riconosciuto come la più rappresentativa di quello che mi piace a livello cromatico.


Ma vediamo in quali modi puoi estrapolare i tuoi colori da un immagine:

Utilizza programmi come Adobe Illustrator o Photoshop

Per creare le mie palette colori mi sono sempre affidata a Illustrator, perché lo uso da anni a livello professionale e quindi per la mia esperienza è più facile e veloce.

Con lo strumento contagocce vado a selezionare i colori che mi interessano nei vari punti della foto e poi li salvo tramite la funzione Crea Campione.

Nelle mie selezioni di solito scelgo 5 colori, ma puoi metterne anche 3 o 4.

Ti consiglio però di non esagerare selezionandone troppi, perché poi sarà più difficile quando dovrai andare effettivamente ad utilizzarli.

In una palette di colori bilanciata ci dev’essere sempre un colore scuro, alcuni neutri e un colore che spicchi e con più carattere rispetto agli altri.

Dopo aver selezionato i colori, spesso cerco di variarne l’intensità e la tonalità per vedere come stanno meglio, finché non trovo la versione che mi piace di più.

Infine io credo che la palette colori debba rispecchiare anche i nostri gusti personali, perché noi siamo parte del nostro brand.

COOLORS.CO

Ti consente di trovare abbinamenti di colori a caso premendo la barra spaziatrice e scorrendo le diverse combinazioni di colore finché non trovi quella che preferisci. Può essere molto utile se vuoi vedere diverse opzioni e composizioni. Spesso non sappiamo giudicare se una combinazione ci piace fino a quando non la vediamo.

Puoi anche caricare una tua foto e in automatico si genera la palette colori relativa, che puoi impaginare con tantissime grafiche diverse, tipo quelle che vedi qui sotto.

ADOBE COLOR

Se sei abbonato ad Adobe puoi utilizzare anche Adobe Color, un generatore di palette colori. Anche qui partendo da una foto è possibile produrre diversi tipi di gruppi di colore: più soft, più intensi, più scuri, più chiari. È molto comodo se già utilizzi altri programmi di Adobe perché puoi salvare le palette create direttamente sul tuo account Creative Cloud.


Come vedi, ci sono tanti modi per dar vita alla palette colori perfetta per il tuo brand.

Io trovo che lavorare con il colore e con gli abbinamenti sia una delle cose più belle e divertenti della mia attività, e non mi stanco mai di farlo. Ma se invece hai meno attitudine puoi provare quale di questi metodi sia il migliore per te. Non smettere di provare e se sei in difficoltà o ti si annebbia la vista, puoi lasciare decantare per qualche giorno i colori che hai scelto e poi riprenderli in mano dopo un po’: li vedrai sotto una luce diversa.

Sappi che anche i grafici più esperti a volte impiegano molto tempo prima di trovare i colori giusti per un brand. E lavorare a livello personale è sempre difficile perché si fatica a vedere le cose da fuori e con uno sguardo imparziale.

Sulla mia pagina Pinterest puoi trovare ispirazione per quello riguarda colore e immagini. E ho creato anche una Bacheca che ho chiamato Palette completamente dedicata agli abbinamenti di colore.

CONDIVIDI QUESTO POST
COMMENTI
ESPANDI

Brava.
Belle parole e concetti esatti
Concordo perfettamente con quanto dici

AGGIUNGI COMMENTO